“DE LUDO GEOMETRICO”. LA MATEMATICA E LA GEOMETRIA DI LEONARDO

a cura di P.C. Marani e Furio Rinaldi

dal 10 dicembre 2013 al 9 marzo 2014

ORARI:

Pinacoteca Ambrosiana: mar – dom 10,00 – 18,00 (chiuso 25 dicembre, 1 gennaio, il giorno di Pasqua; aperto lunedì 6 gennaio)

Sacrestia del Bramante: lun 09,30 – 13,00 e 14,00 – 18,00 / mar – dom 08,30 – 19,00 (chiuso 25 dicembre, 1 gennaio e dalle ore 12,00 del 9 dicembre 2013; 10 marzo e 9 giugno 2014)

La diciottesima esposizione del Codice Atlantico è dedicata a due campi di studio fondamentali del pensiero di Leonardo da Vinci (1452-1519): la matematica e la geometria. Per Leonardo le regole matematiche ordinano il comportamento di tutti gli altri fenomeni da lui studiati (l’acqua, il suono, la luce, il moto), mentre i rapporti proporzionali della geometria regolano la costruzione del mondo naturale e l’architettura. In un confronto serrato con i testi fondamentali di Euclide e Archimede e con i matematici del tempo come Giorgio Valla e Luca Pacioli, Leonardo intraprende i suoi studi matematico-geometrici e si avvicina al problema per eccellenza della geometria classica: la quadratura del cerchio. La ricerca dell’impossibile soluzione alla quadratura, che giunge a occupare uno spazio sempre maggiore negli studi dell’ultimo Leonardo (1513-1518), sarà raccolta nel trattato De ludo geometrico, mai portato a termine, i cui fogli si conservano principalmente nel Codice Atlantico.

INTERVISTA AL CURATORE FURIO RINALDI: GUARDA IL VIDEO